Come diventare idraulico

Come diventare idraulico

Settembre 4, 2018 0 Di Admin Offerte

Come diventare idraulico – Hai intenzione di diventare un’idraulico? Non sai se crearti qualcosa di tuo (cioè un’azienda), oppure lavorare alle dipendenze di qualcun’altro? Non sai da dove iniziare?
Segui ciò che ti dirò nelle prossime righe in modo così da avere ben chiaro come tu possa muoverti.

La prima cosa da sapere sicuramente è quella di sapere cosa fa l’idraulico, perciò la prima domanda che ci poniamo è:

Cosa fa l’idraulico?

L’idraulico è quella figura che conosce  il mondo della termoidraulica, quest’ultima comprende i vari tipi di impianti che possono essere: idraulici, di riscaldamento, del gas, oppure di condizionamento.

Le principali attività che l’idraulico fa sono le seguenti:

  1. Realizzazione dell’impianto
  2. Installazione o messa a norma dei vari impianti.

Dopo queste avvengono un’altra serie di cose che andranno a completare l’opera di tale professionista.

Perciò da questi bevi righe vediamo che questo artigiano sa come installare, gestire e come fare manutenzione dell’impianto.

Cosa importante e che l’idraulico può lavorare sia in ambio civile che industriale, date le sue competenze.

4  modi su come diventare idraulico

Il primo modo è quello di conseguire la laurea  infatti il lavoratore che consegue una laurea tecnica  non ha bisogno di alcuna specializzazione  aggiuntiva. Chi fa questo percorso parte già con un’obiettivo ben chiaro che è quello di aprirsi una propria attività.

Secondo modo per poter coronare il sogno di diventare idraulico è quello di conseguire un diploma professionale collegato anche ad un’esperienza lavorativa nel settore idraulico di almeno 12 mesi, un periodo di apprendistato che serve molto.

Terzo è quella della qualifica professionale, qui per poter svolgere l’attività si deve avere almeno 2 anni di esperienza presso aziende che installano impianti idraulici.

Quarto ed ultimo modo è quello in cui si parte da zero, questo non significa che tutti lo possono fare, infatti ti consiglio di leggere per capire meglio.

Il quarto modo va a cambiare un po’ le sorti del gioco, mentre nei primi tre modi abbiamo visto che la persona ha fatto degli studi specifici, in quest’ultima quello che cambia tutto è quello dell’esperienza lavorativa, con questo vogliamo dire che gli anni di lavoro possono andare a compensare gli anni di studio, per far si che accada tutto questo ci sono due opzioni:

  1. Idraulico specializzato – Esso in questo caso deve avere minimo 3 anni di esperienza nel ruolo di dipendente ed operaio specializzato, l’importante che abbia una specializzazione che sia legata all’installazione di impianti.
  2. Idraulico con esperienza ma non specializzato – Qui gli anni si allungano a 6 e anche qui valgono le stesse regole ed esperienza del precedente paragrafo.

A tal fine si può ben capire che l’idraulico è una figura di tutto rispetto, qui la formazione gioca un ruolo fondamentale insieme all’esperienza.

Quanto guadagna un’idraulico?

Posso esserci diverse varianti che abbiamo accennato prima se si lavora alle dipendenza gli operai normali che hanno  la giusta esperienza arrivano anche a guadagnare 1500-2000 € al mese, ovviamente più qualificati si è, più si può arrivare a guadagnare.

Se invece si ha un’azienda propria li tutto cambia e fare una stima non sarebbe positiva, perchè dipenderebbe dai lavori fatti, dalle entrate, dalle uscite che ci sono in una normale azienda!

In questo articolo abbiamo visto come diventare idraulico. Pensi di non farcela? Ti do un consiglio !

Tutti hanno iniziato sempre col primo passo, se vuoi svolgere questa professione mettici tutto il tuo impegno e il resto vien da se, studia, informati e formati. La tua strada diventerà sempre più interessante.